• Yline

CURIOSITÀ SULLE RIGHE


Al giorno d’oggi le righe vanno molto di moda, ma nella storia non sempre

erano considerate un simbolo positivo. Nel Medioevo assunsero una

connotazione negativa in quanto le righe erano riprese dal manto degli animali,

quindi erano considerate degradanti e solo le categorie sociali di basso rango,

quali buffoni di corte, prostitute o prigionieri indossavano gli indumenti a righe.

Per questo che fino ai giorni nostri la tenuta a righe è sempre stata usata nelle

prigioni. Durante le rivoluzioni americana e francese però si comincio ad

utilizzare le righe per identificare il proprio statuto politico e proprio in Francia

diventarono il simbolo della rivoluzione. Più tardi sono stati i marinai bretoni ad

utilizzarle e questa tenuta diventò la divisa ufficiale dei marinai francesi.

La prima a introdurre le righe nella moda è stata Coco Chanel, ispiratasi proprio

ai marinai della Bretagna durante il periodo in cui visse sulla costa francese,

introdusse questa fantasia in versione femminile abbinandola e perle e rossetto.

Dalla sua intuizione nel corso del ‘900 grandi artisti, attrici come Brigitte

Bardot e Audrey Hepburn e altri stilisti cominciarono ad utilizzarle nelle loro

collezioni e nella vita di tutti i giorni.

Negli ultimi anni le righe sono state associate all’estate e grazie alle loro

proprietà di espandere gli spazi, snellire e illuminare la dove vengono usate

riescono a dare movimento allo spazio e stile all’abbigliamento.

A voi piacciono i capi, accessori a righe?

28 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti